Legge 104/92: benefici e agevolazioni fiscali

La legge 104, sancita nel 1992, è rivolta ai soggetti che presentano “una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione”, come sancito all’art. 3 della stessa.

COME SI OTTIENE:

Affinché possa essere accertata l’esistenza dei requisiti per il  riconoscimento delle legge,  il soggetto interessato dovrà ottenere il certificato medico attestante l’handicap e successivamente inoltrare la richiesta di accertamento dei requisiti sanitari tramite il sito dell’Inps o rivolgendosi a un patronato.

Dopo aver inviato la domanda, prima che questa possa essere accolta, sarà necessario sottoporsi ad accertamenti sanitari da parte di una commissione ASL, all’interno della quale sarà presente anche un medico dell’Inps.

Di seguito un elenco generale delle agevolazioni fiscali previste dalla legge:

Detrazioni IRPEF

  • per ogni figlio portatore di handicap, l’ammontare delle detrazioni varia in base all’età dello stesso
  • sono previste detrazioni per spese sostenute per abbattimento di barriere architettoniche (ristrutturazioni edilizie, ascensori, montacarichi ecc)
  • detrazione del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto o per la riparazione di un veicolo (autoveicoli;motocarrozzette;autoveicoli o motoveicoli per uso promiscuo, o per trasporto specifico del disabile;autocaravan), di sussidi tecnici informatici, per i servizi di interpretariato dei sordi, per gli addetti all’assistenza personale, per l’acquisto e ii mantenimento del cane guida per i non vedenti

Iva agevolata al 4%

  • acquisto di un’auto, dei sussidi tecnici e informatici, particolari prodotti editoriali per non vedenti o ipovedenti

Deduzioni dal reddito

  • intero importo delle spese mediche generiche e di assistenza specifica; contributivi (fino all’importo massimo di 1.549,37 euro) versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare

Esenzioni

  • bollo auto e imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà

 

Agevolazione sull’imposta di successione e donazione

  • La normativa tributaria prevede inoltre un trattamento agevolato quando a beneficiare di beni immobili e diritti reali immobiliari è una persona portatrice di handicap grave. In particolare, l’imposta dovuta dall’erede o dal beneficiario della donazione si applica solo sulla parte della quota ereditata (o donata) che supera l’importo di 1,5 milioni di euro.

BENEFICI E AGEVOLAZIONI FISCALI: possono variare in base al tipo di disabilità psichica, fisica o sensoriale, per cui è preferibile rivolgersi a un CAF o a un ufficio invalidi civili della propria zone per conoscere al meglio i propri diritti.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>