Giornata mondiale contro la povertà

Art 3 tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinione politica, di condizioni personali e sociali.

La costruzione dell’uguaglianza e della giustizia sociale è compito della politica nel senso più vasto del termine: quella formale di chi amministra e quella informale chi ci chiama in causa tutti come cittadini responsabili. La povertà dovrebbe essere illegale nel nostro paese. La crisi per molti è una condanna, per altri è un’occasione. Le mafie hanno trovato inedite sponde nella società dell’io, nel suo diffuso analfabetismo etico. Oggi sempre più evidenti i favori indiretti alle mafie che sono forti in una società diseguale e culturalmente depressa e con una politica debole.
Verranno presentate alcune proposte tra cui:
-aumentare il budget sull’investimento nel sociale
-sospendere l’esecutività degli sfratti
-rendere esigibile una residenza per i senza fissa dimora
-mettere a disposizione il patrimonio immobiliare sfitto per finalità sociali
-favorire tutte le forme di economia civile e sociale
E MOLTE ALTRE PROPOSTE CHE POTRETE TROVARE NEL LINK SOTTO INDICATO
Senza scordarvi che saremo in diretta per voi dal teatro Ambra Jovinelli Via Guglielmo Pepe, 43 Roma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>